Lux Chieti official logo - bianco

I COMUNICATI UFFICIALI DELLA LUX CHIETI BASKET

Scontro col titano

Ott 6, 2021 | Campionato

Scontro col titano

Quando si parla di serie candidate alla promozione in Serie A1, una delle prime squadre che viene in mente, se non la prima, non può che essere la Tezenis Verona.

Talento, esperienza, un gioco sviluppato in ogni suo aspetto, sono solo alcune delle caratteristiche che rendono la Tezenis una delle principali protagoniste di questo campionato.

Non ingannino la mancata qualificazione alle final eight di Supercoppa e il passo falso esterno di domenica contro Latina (61-60 per i pontini), Verona è una squadra di assoluto livello.

Sapientemente guidata da coach Ramagli, confermato dopo aver condotto il team veronese ai playoff in seguito ad un avvio non di certo entusiasmante, gli scaligeri possono contare su ben tre stranieri.

Dopo Anderson (visto in Italia con Imola tra il 2014 e il 2016, nella passata stagione al Buyukçekmece, con cui ha conluso la A1 turca a 13, 5 ppg) e Johnson (vero e proprio mattatore della scorsa serie A2 con Capo d’Orlando, con cui ha siglato 22.3 punti, 8.1 rimbalzi e 2.5 assist di media a gara), i gialloblù possono vantare anche l’ingaggio a gettone (con possibilità di prolungamento) di Nikolic (ex Treviglio, 13,5 ppg e 5 rimbalzi di media).

I playmaker del team veneto sono Caroti (confermato, 7,59 ppg) e Penna (ex Torino, 3,85 ppg).

Il reparto degli esterni, oltre al già citato Anderson, è completato da Udom (visto nella passata stagione in serie B con la canotta della Bakery Piacenza, 9,4 ppg e 6,5 rimbalzi ad allacciata di scarpa) e dal giovane Adobah.

Le ali piccole della compagine veneta sono il veterano Rosselli (confermato 7,71 ppg), il talentuoso Grant, in prestito dal Bayern Monaco (team con il quale ha già esordito in Eurolega) e il giovane Beghini.

Lo slot di ala grande degli scaligeri è occupato da Nonkovic (ex Eurobasket, 2,1 ppg), oltre che dai già citati Nikolic e Johnson.

Il compito di dar battaglia sotto le plance è affidato invece ai confermati Pini (5,94 ppg) e Candussi (14,69 ppg).

La qualità degli esterni, il poter giocare con un centro duttile come Candussi, bravo sia spalle a canestro che nel pick’n pop, la possibilità di poter scegliere partita per partita chi dei tre stranieri scenderà in campo (nella prima sono andati a referto Nikolic e Anderson) rendono la squadra veronese una vera e propria corazzata.

La gara si preannuncia senza ombra di dubbio più che impegnativa, ma siamo certi che gli uomini di coach Maffezzoli daranno il massimo dal primo all’ultimo minuto: impossible is nothing!

Federico Ionata

Staff comunicazione Lux Chieti Basket 1974

Ultimi ARTICOLI

Caccia al toro!

Caccia al toro!

Archiviata l’importantissima vittoria interna contro Chiusi, per Chieti non è tempo di ricordi: domenica, al PalaPentassuglia di Brindisi, la Lux affronterà la Next Nardò. Il team salentino ha conquistato la sua prima promozione in A2 grazie alla vittoria nella serie...

Chieti risponde presente!

Chieti risponde presente!

Cuore, grinta, muscoli e fosforo: sono questi gli ingredienti della prima vittoria stagionale della Lux Chieti Basket 1974.Prestazione sontuosa da parte degli uomini di coach Maffezzoli, ablissimi a bloccare le principali bocche da fuoco offensive della compagine...

Lavorare e stare insieme!

Lavorare e stare insieme!

In vista dell’attesissimo incontro casalingo contro la capolista Chiusi, coach Maffezzoli ci racconta la situazione in casa Lux.   Cosa ha detto ai suoi ragazzi negli spogliatoi dopo il match con Roma? Dopo la partita diciamo che più che le mie di parole, ci sono...

La matricola terribile

La matricola terribile

Archiviato il sanguinoso passo falso contro l’Eurobasket Roma, per gli uomini di coach Maffezzoli non è più tempo di recriminazioni: domenica 24 Ottobre, alle ore 18, di scena al PalaTricalle ci sarà l’attesissimo match contro la San Giobbe Basket Chiusi. La compagine...